aa
Momento Espírita
Curitiba, 15 de Agosto de 2018
busca   
Nel titolo  |  Nel messaggio   
ícone Alberghi di ghiaccio

Tu apri i tuoi occhi e vedi la luce soave e diffusa della fibra ottica e dell'alba.

Il gelo ti circonda. Una parte intagliata con la forma di mobili e sculture, altra parte con la forma di blocchi massicci che compongono le pareti, il soffitto e persino il pavimento.

Nonostante la bellezza della camera, però, è ora di alzarsi. La temperatura della tua stanza va da meno cinque a meno otto gradi celsius, hai appena finito di passare una notte in un sacco a pelo su una base di ghiaccio.

Questo è un pezzo dell'esperienza che alcuni vivono quando sono ospitati nei cosiddetti alberghi di ghiaccio.

Sono edificazioni complete con camere, stanze, reception, saloni, ristoranti, costruite soltanto con blocchi di gelo.

Annualmente, in alcune regioni del pianeta, queste incomparabili opere dell'ingegneria moderna sono edificate per ricevere ospiti di tutto il mondo.

Di solito queste opere sono costruite accanto ai grandi fiumi, dove è possibile ottenere l'acqua che dopo essere congelata è tagliata in grandi blocchi di ghiaccio che poi sono portati al locale della costruzione.

Oltre agli ingegneri specializzati, sono sempre invitati scultori e artisti di ogni parte del mondo, che lavorano nella finitura di ogni camera.

Ma, quello che intriga di più, sono gli iglù di lusso che si mantengono in piedi, funzionando, soltanto quattro mesi all'anno.

Dopo, letteralmente diventano acqua, si sciolgono, e ritornano a essere fiume.

Nonostante gli ingegneri e artisti partecipino alla costruzione della loro opera d'arte e non desiderino rinunciarla, non possono farlo, perché la loro creazione dura poco tempo.

Questo non li fa scoraggiare per niente. Anno dopo anno sono lì a costruire un albergo diverso, sempre con il massimo zelo e bellezza possibili.      

                                      *  *  *

La vita nella Terra non sarebbe come vivere in un albergo di ghiaccio?

Si usufruiscono le cose che non ci appartengono. Esse ritornano al fiume della vita, quando si ritorna al mondo spirituale.

Così ciò che si guadagna quando si costruiscono gli edifici nella Terra, quando si fanno conquiste materiali, non sono gli acquisti propriamente detti, ma le edificazioni dell'anima.

Il premio per gli anni di lavoro onesto, dedicato e serio, non sono gli immobili, le azioni, i veicoli, ecc.

È la disciplina acquistata. È l'intelligenza sviluppata. È la capacità di gestire persone, di trovare soluzioni per i problemi con più facilità.

Questi sì, sono alcuni acquisti dello Spirito che non perdiamo e che non si sciolgono dopo l'inverno.

Certamente è importante avere obiettivi riguardanti la materia. La nostra missione è lavorare per il miglioramento materiale del pianetta.

Tuttavia è imprescindibile non attaccarsi alle cose e non perdere la focalizzazione del nostro vero scopo nell'incarnazione.

La scultura del ghiaccio, si può sciogliere, smontarsi, però, lo scultore esce meglio da ogni esperienza, più maturo e più capace, per ogni opera scolpita con dedizione.

Ecco la vera conquista.

 

 Redazione del Momento Spiritista.
Traduzione di Rossana Amatuzzi.
Il 28.08.2012.

© Copyright - Momento Espírita - 2018 - Tutti i diritti riservati - Sull'Internet dal 28/03/1998 (in portoghese)