aa
Momento Espírita
Curitiba, 04 de Março de 2021
busca   
Nel titolo  |  Nel messaggio   
ícone Per la pace nel mondo

Il ruolo della donna é immenso nella vita delle genti. Sorella, sposa o madre, é la grande consolatrice e l'affettuosa consigliera.

Lei ha il futuro dell'Umanità nelle mani.

Attraverso la maternità, offre al mondo i cittadini dell'oggi e del domani.

É lei che rifornisce le caserme di soldati, offre gli intelletuali alle accademie, dona al mondo gli uomini straordinari che realizzano le grandi trasformazioni sul pianeta in cui viviamo.

La storia ce la mostra, in occasioni diverse, ora come guerriera, accanto all'uomo che elegge come sua metà; ora come politica sagace che interferisce per il bene del popolo.

Ricordiamo le nostre eroine Maria Quiteria, durante l'indipendenza del nostro paese: della catarinese Anita Garibald, che serví a due paesi.

Inoltre la incontriamo come intellettuale, artista,  manager efficiente.

Eppure, fra tutti questi ruoli, sicuramente spicca quello della madre. Dovunque lei si trovi, é la dolcezza fatta attenzione per il figlio.

Non importa che lui cresca, che sia l'idolo delle masse o colui il quale provochi dolore nelle altrui vite.

Lei ama sempre. E soffre con i dolori che lo tormentano.

Per questo, il suo ruolo a favore della pace diventa così importante.

Per questo, loro si uniscono e gridano pace. Pace per i propri figli. Pace per tutti gli uomini.

Nell'ottobre del 2016, il Movimento Women Wage Peace, riunì donne palestinesi e israeliane in una marcia per la pace a Gerusalemme.

L'evento divenne notizia televisiva. Centinaia di donne unite dallo stesso proposito, la pace.

Perché dobbiamo continuare a mandare i nostri figli in guerra? Che ne sarà dei nostri figli e nipoti se non poniamo fine alle guerre?

E il loro canto ripeteva: Da Nord a Sud, da Est ad Ovest, ascoltate la nostra preghiera di madri. Portate la pace...Portate la pace...

Emozionata, una madre si manifestò: Vorrei aprrofittare questo momento per congratularmi con le donne di questo Movimento.

Voglio ringraziarle per difendere la pace accanto alle nostre sorelle palestinesi.

Voglio ringraziarle e dire che nel mondo in cui viviamo la pace é possibile, quando donne d'integrità e fede si riuniscono a difesa dei loro figli.

La mia speranza é che voi continuiate a combattere per la pace in maniera costruttiva.

Grazie a nome dei bambini d'Israele.

Grazie a nome dei bambini della Palestina.

E noi diciamo: Grazie a nome di tutti i bambini del mondo.

*   *   *

Qualcuno ha scritto, una volta, che quando la donna fosse riuscita a scoprire la propria straordinaria forza, il mondo sarebbe cambiato.

E lo stiamo vedendo. Mentre gli uomini preparano le armi, le donne marciano e gridano per la pace.

Desiderano i loro figli a casa, crescendo sicuri, andando a scuola.

Desiderano i bimbi felici, correndo per le strade, inseguendo un pallone  o facendo a gara in una corsa, fra molte risate.

Desiderano che i loro figli vivano, diventino uomini e aiutino il mondo con le loro realizzazioni.

Donne per la pace. Madri del mondo. Uniamo i nostri pensieri agli stessi desideri.

In fondo, tutti vogliamo la pace e un mondo migliore per i fiori del giardino delle nostre vite, che fioriscono nei nostri lari.

Redazione del Momento Spirita
Traduzione di Fabio Consoli
Il 15.2.2021.

 

© Copyright - Momento Espírita - 2021 - Tutti i diritti riservati - Sull'Internet dal 28/03/1998 (in portoghese)