aa
Momento Espírita
Curitiba, 21 de Outubro de 2020
busca   
Nel titolo  |  Nel messaggio   
ícone Non desistere da te stesso

Ci sono volte in cui non capisci come le persone riescano ancora a sorridere in un mondo come questo.

Vai per le strade e non trovi niente di divertente nell'andirivieni delle persone, non trovi allegria nella vivacità dei bambini e non ti accorgi delle presunte cose buone che la vita ti da.

I giornali parlano di cospirazioni, colpi di stato, stragi. Peggiorano gli indici di questo, di quello. E ti viene la certezza che non vale la pena investire nessuno sforzo in questa esistenza.

Senti anche una specie di vuoto dentro. Un dolore alla bocca dello stomaco o ai polmoni, a volte  una difficoltà di respirare. Non sai cosa sia. Sarà che tutti ce l'hanno?

Studi per obbligo o lavori appena per i soldi. Insomma, devi mangiare, hai bisogno di un luogo dove abitare, comprare qualcosa... Ma, a volte pensi se vale la pena lottare per tutto ciò.

Ci sono volte in cui mangi più del necessario, altre che resti molte ore senza alimentarti e ti accorgi che non ne senti molto la mancanza. Potresti persino vivere senza...

Ti rendi conto che la gente si sta isolando. Ognuno nel suo cantuccio. Per questo non parli molto di te. Anzi, potresti passare ore ed ore senza proferire un'unica parola.

Ci stiamo nascondendo dietro gli schermi! - Senti dire da uno specialista. E nelle tue ore libere resti lí, in quel mondo che sembra non aver fine, ma che a volte ha anche l'aspetto di un immenso vuoto.

Internet sembra piena di gente ma, allo stesso tempo, vuota. Entro ed esco da questo supposto mondo digitale allo stesso modo - é il pensiero che ti viene in mente.

Sei stanco di tutto, di tutti. La gente non é interessante. Non hai pazienza con quasi nessuno.

Ogni tanto arriva quella tristezza profonda, come se ti si aprisse un abisso in petto. Hai voglia di piangere, ma non ci riesci. Non capisci cos'é. Ti senti solo.

*   *   *

Eccoti alcune parole speciali per te.

Prima di tutto: non permetterti una solitudine troppo lunga. Conta su qualcuno per conversare, per aprirti. Qualcuno in cui hai fiducia, qualcuno a cui possa scrivere le cose strane che pensi, che senti o che vedi attorno a te.

Non perdere il legame dell'amore, di coloro che ti vogliono bene. Tutti ne abbiamo intorno a noi. Tutti noi abbiamo coloro che sono disposti a tenderci la mano, o appena ad ascoltarci.

Tu non sei solo.

Non siamo stati semplicemente abbandonati in un mondo che va di male in peggio. Questo é un altro modo di vedere falso. Un modo di vedere terrorista che molti si sono abituati a trasmettere o ad accettare. Non giudicare il mondo ascoltando appena una delle due parti.

C'è tanto amore nella gente. L'Universo é coordinato dall'amore, anche se ancora é difficile comprendere certi meccanismi delle sue leggi.

Guarda il modo in cui questo messaggio sta arrivando fino a te. Non esiste coincidenza, non esiste casualità. Tutto é al posto giusto e l'aiuto arriva a chi ne ha bisogno e al momento opportuno.

Non desistere da te stesso. Non desistere dai tuoi ideali, sogni, obiettivi. Se necessario, riorganizzati, ricostruisciti, chiedi aiuto a chi é specialista e ricomincia la tua strada.

Cerca di capire se i sintomi che presenti non sono legati a qualche tipo di trastorno emotivo. Tutti siamo sottoposti a certe difficoltà.

E per finire, ricordati che l'opportunità dell'incarnazione é il tesoro piú grande che potessimo mai aver ricevuto. Approfittane ogni istante.

Redazione del Momento Spirita
Traduzione di Fabio Consoli
Il 9.10.2020.

© Copyright - Momento Espírita - 2020 - Tutti i diritti riservati - Sull'Internet dal 28/03/1998 (in portoghese)