aa
Momento Espírita
Curitiba, 18 de Agosto de 2019
busca   
Nel titolo  |  Nel messaggio   
ícone Illuminando l’Universo

Quando abbiamo la felice opportunità di guardare il cielo di notte, lontano dalle luci della città, restiamo meravigliati  dallo splendore stellato sopra di noi.

Sembra che le stelle che scintillano, in silenzio, siano sempre state là e che, notte dopo notte, secolo dopo secolo, saranno nello stesso posto.

Sarà che si incontrano dall'inizio dei tempi? Dove comincia la storia delle stelle?

Anche se sono innumerevoli le domande su questo discorso, oggi la scienza ci chiarisce molti dubbi.

Gli astronomi  dicono che esse sono enormi globi di gas, miliardi di volte più massicce della Terra.

Il nostro sole è un stella.

Nonostante nascano più o meno nella stessa forma, emergendo dalle nuvole di polvere e gas, possono assumere molte caratteristiche differenti.

Hanno variate dimensioni, temperature e colori.

Grandi o piccole, brillanti o tenui, certamente tutte lanciano la sua luce al cosmo.

Esse producono calore e luce che illumina e muove l'Universo.

*   *   *

Così come le stelle, ognuno di noi abbiamo caratteristiche proprie.

Siamo imperfetti e abbiamo molte limitazioni, ma siamo capaci di essere fonte di luce e di riscaldare e illuminare la vita delle persone che ci circondano.

La lucidità di solito ha una certa influenza positiva su di noi e, comunque ci attrae.

A chi non piace ammirare lo splendore del sole che abbellisce i nostri giorni? Fissare gli occhi che splendono di felicità? Chi non si rallegra con un sorriso sincero che illumina l'ambiente?

Ovunque siamo, cerchiamo di portare il nostro splendore alle persone.

Cerchiamo di far sentirsi riscaldati con la nostra presenza, quelli che convivono con noi.

In questo modo siamo certi che tutte le notti le stelle staranno ad aspettarci, che siamo la certezza nella vita delle persone, che saremo pronti ad offrire le nostre mani sempre.

Quando gli occhi bisognosi ci guardano, abbiamo la capacità di essere il sole, anche nei giorni più nuvolosi, riscaldando i cuori con la parola amica e l'affetto sincero.

Indipendente del passare del tempo e della distanza , diventiamo stelle, sempre presenti, chiarendo, esalando vita, calore e luce.

E non ci dimentichiamo mai che Gesù è la stella più sublime che camminò per la Terra, spargendo luce per illuminare le nostre strade,  evitando che camminiamo nell'oscurità.

*  *  *

Sii amico di quelli che ti chiedono il sostegno, la presenza.

Le creature hanno bisogno tanto del pane quanto degli amici per vivere.

C'è chi cammina nella folla, soffrendo la solitudine, necessitando di compagnia, di amicizia. Non permettere mai che l'altra persona si allontani dalla tua presenza senza portare con sé qualcosa di buono dei minuti passati con te.

Hai molto da offrire. Che la scoperta di tali valori sia il tuo primo passo. Mettili a disposizione del prossimo, subito.

Nessuno è privato dai suoi beni spirituali, che non possa disporre di qualcosa  da offrire.

 

Redazione del Momento Spiritista, con pensieri finali del
cap. 108, del libro
Vida feliz, dallo Spirito Joanna de Ângelis,
psicografia di Divaldo Pereira Franco, ed. LEAL.
Traduzione di Rossana Amatuzzi
L’ 8.1.2014

 

© Copyright - Momento Espírita - 2019 - Tutti i diritti riservati - Sull'Internet dal 28/03/1998 (in portoghese)